venerdì 27 marzo 2015

PASTA CON PESCE SPADA E MELANZANE-SWORDFISH AND EGGPLANTS PASTA




                   Scroll down for English version
Oggi vado di corsissima, devo andare a leggermi le ricette arrivate oggi per l’MTchallenge n.46, che è la mia sfida, e quanto mi sta piacendo quello che sto vedendo e ammirando!
Devo anche preparare il pranzo di oggi, che sapete sarà di pesce, perché è Venerdì di Quaresima, quindi ragazzi, bando alle ciance….. passate un bellissimo weekend e buon appetito, oltre che buon weekend.

P.S. Lo so lo so....che può sembrare ancora presto per le melanzane, ma qua a Catania non lo è...tenetevi per buona questa ricetta per i prossimi mesi estivi!!!
 
PASTA CON PESCESPADA E MELANZANE 

Per 4 porzioni
300 g di pasta corta (io Mezze candele n.77 –Rummo)
300 g di pescespada in un’unica fetta
700 g di pomodori Piccadilly
1 cucchiaino di zucchero
1 spicchio d’aglio
Prezzemolo
2 cucchiai di Olio extra vergine di oliva
Sale
Pepe nero
1 melanzana grande
Olio di mais per friggere

Lavate la melanzana, levate il piccolo e tagliatela a fette non troppo sottili. Immergetele per mezz’ora in acqua con sale grosso. Nel frattempo preparate il sugo di pomodoro.
In una padella fate rosolare l’aglio con il pepe e l’olio. Lavate e mondate i pomodori e tagliateli a pezzi.
Versateli nella padella e lasciateli cuocere per circa mezz’ora, aggiungendo il sale e lo zucchero. 
Tagliate il pescespada a tocchetti non troppo piccoli e versatelo nella sugo di pomodoro, insieme al prezzemolo tritato. Cuocete solo 5 minuti, per lasciare il pesce morbido. Aggiustate di sale se serve.
Asciugate le fette di melanzana. Tagliatele a tocchetti. Mettete in una padella l’olio di mais abbondante (la frittura va fatta in olio profondo, quindi piuttosto usate una padella piccola) e quando sarà a temperatura (io come sempre mi regolo con il manico di un cucchiaio di legno, lo immergo nell’olio e se viene subito circondato da tante minuscole bollicine l’olio è pronto)immergete i pezzetti di melanzana. Fate dorare molto bene da tutti i lati e metteteli a scolare su carta assorbente da cucina.
Aggiungente i tocchetti di melanzana al sugo di pomodoro e pescespada.
In un tegame capiente portate a bollore l’acqua per la pasta, salate e cuocete le penne per il tempo necessario ad avere una cottura “ al dente”. Scolate la pasta, e conditela subito con il sugo di pescespada e servite calda.

English version
 
Today a very short post, I am too busy so… today is Friday..we are during the LENT and I say : Friday…fish!!!
Have a wonderful lunch and a great weekend!!
ENJOYYYYYYY


PASTA WITH SWORDFISH AND EGGPLANTS 

(4 parts)
10 oz of  pasta (maccheroni or penne)
10 oz  of swordfish in one  slice
1  ½ lb tomatoes Piccadilly
1 clove garlic
Parsley
2 Tbsp extra virgin olive oil
Salt
Black pepper
1 large eggplant
Corn oil for frying

Wash the eggplant, and cut into slices not too thin. Dip them for half an hour in water with coarse salt. Meanwhile prepare the tomato sauce.
In a pan fry the garlic with the pepper and the oil. Wash and clean the tomatoes and cut into pieces.
Pour into the pan and cook for about half an hour, adding salt and sugar.
Cut the swordfish into pieces not too small, and pour in the tomato sauce with the chopped parsley. Cook only for 5 minutes,  the fish must be soft.  Taste for salt.
Dry the eggplant slices. Cut into chunks. Put in a pan plentiful  corn oil (frying should be done in deep oil, then rather use a small pan) and when it is at temperature (as always I set it with the handle of a wooden spoon, dip it in ' and if oil is immediately surrounded by many tiny bubbles the oil is ready for frying) pour  the pieces of eggplantThey must be  all sides  golden brown.  Put them to drain on paper towels.
Add   eggplant to  tomato sauce and swordfish.
In a large pot  bring to a boil the water for the pasta, salt and cook thepasta for the time written on package (I prefer one minute less). Drain the pasta and season immediately with the sauce of swordfish and serve hot.

lunedì 23 marzo 2015

BISCOTTI ALL'ARANCIA


                      Scroll down for English version

Ricetta bella... oggi vi evito il facile (anche se lo è), il veloce ( e lo è veramente), buona (ci avrei emsso la mano sul fuoco) ..ma vi propino il bello...perchè ha il profumo delle arance, il piacere dei tea con le amiche, lo speciale di averlo fatto a casa!
Vi do solo un paio di dritte, la frolla la potete preparare quando volete e congelarla già a forma di cilindro, così mezza giornata prima di preparare questi biscottini, la scongelate e procedete; una volta cotti e raffreddati se li conservate in un barattolo a chiusura ermetica, restano ottimi anche una decina di giorni... Buona settimana a tutti.

BISCOTTI ALL'ARANCIA

1 dose di pasta frolla 3-2-1 

Per la frolla
300 g di farina di grano tenero(io Petra 5)
200 g burro morbido
100 g zucchero
1 uovo
Scorza grattugiata di 1 arancia grande
zucchero in cristalli per decorare (io Wilton)

Mescolate velocemente il burro allo zucchero, aggiungete la farina e a seguire l’uovo, e la bucccia dell'arancia, amalgamateli bene. Non lavorate troppo per non surriscaldare l’impasto. 
Formate due cilindri di impasto dal diametro di 6 cm circa, avvolgeteli nella pellicola trasparente per alimenti e riponete in frigo, per un paio d’ore (fino ad un massimo di tre giorni, altrimenti riponetela in freezer fino ad un massimo di un mese). Dopo il riposo in frigo, tagliate i cilindri a fette di circa 1 cm di spessore, a dividete ogni fetta in 4 spicchi.
Inumidite gli spicchi con un pennello umido e premeteli sui cristalli di zucchero
Disponete i biscotti su una teglia rivestita di carta forno e passate 20 minuti in frigo.
Preriscaldate il forno a 190°C.
Infornate a 180° per circa 10 minuti, o fino a quando la frolla avrà un bel colore dorato intenso.
 
 
English version
 
I won't write it is easy (even if it is), I won't say it is fast (but it is) and I won't say it is yum (even because it is better)...I will just write it is so gorgeous...as a teawith friends, as the smell of goof oranges, as the special thing that it is homemade.
Have a gorgeous week everybody!!


ORANGE COOKIES

2 1/3 cup all purpose flour
1 2/3 stick  butterat room temperature
1/2 cup caster sugar
1 egg
Grated rind of 1 large orange
white sparkling sugar (Sprinkles by Wilton) for decorating
Mix the butter with the sugar quickly, then follow the flour, oange zest and egg. Form two cylinders with dough, close with cling and put tehm in the refrigerator for at least an hour (but it can rest in the fridge even 3 days- or one month in the freezer).
Cut the 2 cylinders of dough into slices (1/2 inch thick) and then cut in 4 parts each slice.
Put on a pan with  parchment paper  on bottom and put in the fridge 20 minutes.
Preheat oven to 360°F.
Brush  wach cooky with water and press on white sparkling sugar.
Cook at 350°F for ten minutes or until light golden brown.
 
When cool you can keep them in a airtight container till 10 days. 
  

venerdì 20 marzo 2015

SEPPIE AL NERO SU POLENTA BIANCA- "BLACK" SQUIDS ON WHITE POLENTA




                       Scroll down for English version
 
C’è un piatto di pesce che prepara mio padre che quando ero piccola pensavo sapesse fare solo lui… gli spaghetti al nero di seppia, cioè non pensavo che altri sapessero farla, non immaginavo che forse un piatto tipico in varie zone di mare della nostra bella Italia….come in realtà è dalla Sicilia a Venezia, la città di mio padre.
In realtà io non uso spesso il nero di seppia, perché non sento di avere la padronanza che ha mio padre a preparare questo condimento per la pasta. Ne ho assaggiate di pasta al nero di seppia, ma quella che fa mio padre, per me, per il mio gusto, è la migliore in assoluto… sa dosare gli ingredienti alla perfezione e poi volete mettere quanto era bello tirare su lo spaghetto col risuccchio, così come mi ha insegnato lui??? ..Per la gioia della mia mamma e delle sue tovaglie!!!
La ricetta di oggi parte da quel condimento, ma l’ho usata semplicemente per un antipasto sfizioso a base di pesce, dei medaglioni di polenta bianca. Ed ecco a voi la mia ricetta del venerdì…pesce!! Buon weekend a tutti!! …dai su…che da domani è PRIMAVERA!!!


POLENTA BIANCA CON SEPPIE AL NERO

Per la polenta
250 g di polenta bianca di mais
1 lt di acqua
1 cucchiaino di Sale grosso
In una pentola mettete l’acqua ed il sale e portate ad ebollizione. Versate a pioggia la farina di mais bianca e mescolate bene, e spesso facendo cuocere la polenta per circa 35 minuti.
Rovesciatela su una teglia in modo da avere uno spessore ci 1 cm e lasciatela raffreddare coperta con pellicola trasparente per alimenti.

Per la seppia
1 seppia grande (provvista del sacchetto di nero- io me le faccio pulire dal pescivendolo, e gli faccio                             recuperare il sacchetto con il nero che mi mette in un bicchierino)
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
2 cucchiai di acqua calda
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
Sale
Pepe
Pistacchi di Bronte tritati per decorare
1 spicchio di aglio, tritato finemente

Tagliate la seppia a tocchettini.
In una padella mettete a rosolare l’aglio  con l’olio extra vergine di oliva per un paio di minuti.
Aggiungete i tocchetti di seppia nella padella, fateli rosolare un paio di minuti mescolando, aggiungete il pepe, il concentrato di pomodoro ed  amalgamate bene il tutto. Fate cuocere per 20-25 minuti, finché la seppia sarà morbida. Nel frattempo svuotate la sacca contenente il nero di seppia e stemperatelo nei due cucchiai di acqua emulsionando bene.  Aggiungete il nero di seppia, mescolate bene e fate insaporire un paio di minuti, salate e pepate e spegnete.
Con un cutter o coppa pasta  tagliate dei cerchi di polenta di circa 5-6 cm di diametro.   Serviteli con sopra un cucchiaio di seppie al nero e con una macinata di pepe nero e decorate con Pistacchio di Bronte tritato.
Con questo stesso condimento al nero di seppia, semplicemente aggiungendo del prezzemolo tritato finemente durante la cottura, io condisco anche la pasta, generalmente spaghetti.

English version
 
My father, in my opinion of course, is the best chef in the world and one of his best fish dichi s Pasta with the squids  black ink.  I am not so good as him to prepare this pasta, but I prepared this black sauce for some very yum appetizers made with white polenta discs.
Try it …and as you know today is Friday… and I post a fish recipe…enjoy and have a wonderful first weekend of SPRING!!


BLACK INK SQUID WITH WHITE POLENTA 
For the polenta
1 cup  of white corn (polenta) flour
4 cups water  of water
1 tsp coarse salt
In a pot put the water and salt and bring to boil. Pour in the white corn flour and stir well and often while cooking the polenta for about 35 minutes.
Pour the polenta  on a baking sheet in order to have a thickness of  ½ inch  and  let cool covered with cling.

For the squid
1 large squid  and its own ink sack**
2 Tbsp  extra virgin olive oil
2 Tbsp of  warm  water
1 tsp of  tomato paste
Salt
Pepper
Chopped pistachios for decorating
1 clove of garlic, minced
Chop the squid or cuttlefish into small pieces.  In a skillet large enough to hold the finished sauce, heat the extra virgin olive oil and sauté the garlic  for two minutes. Add the squid or cuttlefish and continue cooking for a few more minutes. Add the tomato paste and bring to a boil. Let simmer for about 25 minutes over low heat until the squid is tender, adding a little hot water if the sauce becomes too thick. Before adding the squid ink , mix it with the two Tbsp of warm water from the ink sacks and let simmer for an additional 2-3 minutes to melt the flavors. Taste for salt and serve on some white polenta discs with fresh grounf pepper and chopped  pistachios.
**Generally in the U.S. squid is sold already cleaned, if not, clean the cuttlefish or squid removing the guts, eye and hard plastic like bone. Be careful to save the ink sacks.

With this sauce, just adding while cooking some finely chopped parsely, I season pasta…. !